Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

domenica 24 marzo

STATISTICHE

Visitatori : 3127322

Pagine visitate : 85638634

Utenti connessi : 33

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Personaggi


Indietro

Giuseppe Longo
[ Messina 31/05/1910 , 1985 ]


Figlio del giornalista Pietro compie i suoi studi nella città natale frequentando prima il «Liceo Maurolico», e poi la Facoltà di Giurisprudenza .
Esordisce nel lavoro giornalistico a 17 anni alla «Gazzetta di Messina», dove rimase fino al 1939. Passa poi al «Messaggero» di Roma come redattore della pagina letteraria.
Dal 1941 fino all'8 settembre 1943 è redattore capo de «Il Resto del Carlino» di Bologna.
Nel 1945 redattore capo del quotidiano romano «L'Indipendente» ,dal 1947 al 1949 redattore capo del «Giornale d'Italia».
Dalla fine del 1949 alla metà del 1953 dirige «Il Resto del Carlino» di Bologna.
Nel 1953 fonda il mensile «L’Osservatore politico letterario», ma il primo numero viene stampato nell’aprile 1955, con scritti di Ruini, Flora, Bacchelli, Govoni, T. Rosa ecc.. La rivista pubblica diversi inediti e carteggi e ha una grossa importanza culturale fino alla sua cessazione nel 1983. Il periodico è un mensile e viene stampato prima a Roma, a cura del Centro ed. Dell’Osservatorio, per passare poi dal 1957 a Milano e infine a Bologna edito da Calderini. Accanto alla rivista sono pubblicato una serie di Quaderni.
Nel 1954 è direttore del «Il Momento», quotidiano di Roma, e dal 1960 al 1967 «Il Gazzettino di Venezia».
Nel 1960 ottiene il premio Tor Morgana a Roma, lo stesso anno diventa presidente della sezione italiana dell'Istituto internazionale della Stampa (di Ginevra), e presidente del Centro italiano di studi del Diritto (Cidis), cariche che terrà fino al 1967. Presidente della Fondazione del Vittoriale.
Ha fondato e diretto negli anni Cinquanta, per l'editore Cappelli, la collana «L'Ippocampo», che ha pubblicato scritti di Valgimigli, Marchesi, Trompeo, Cardarelli, Bartolini, Giusso ecc.
Tra il 1970 e il 1982 è presidente della «Pan» casa editrice di Milano, che pubblica mensilmente «IL Timone» una collana su temi di attualità .
Opere
Narrativa

  • La collina di Pic (La Sicilia, Messina, 1938)
  • I giorni di prima (Cappelli, Bologna, 1952) Ebbe il premio Bagutta nel 1953.
  • Nuvole e cavalli (Cappelli, Bologna, 1954)
  • Cronache di Torriana (Ceschina, Milano, 1956; Marotta, Napoli 1973)
  • I vostri amori (Cappelli, Bologna, 1959)
  • La Sicilia è un'isola (Martello, Milano, 1962)
  • L'isola perduta (Mursia, Milano, 1970)
  • Il giuoco delle ipotesi (Martello, Milano, 1971)

Saggistica

  • Acquaforte (La Sicilia, Messina, 1933)
  • Le carte della democrazia (Cappelli, Bologna, 1955)
  • La libertà bussa alla prta (Centro editoriale, Roma, 1956)
  • Foglietti e pianete (Cappelli, Bologna, 1958)
  • Personaggi e interpreti (Martello, Milano, 1963)
  • Il tempo e il luogo (Rizzoli, Milano, 1967)
  • Arroganza del progresso impotenza del potere (Pan Editrice, Milano, 1972)
  • Italia dove? (Pan Editrice, Milano 1976)
  • La rivolta morale (Pan editrice, Milano, 1978)
  • Il Belli tascabile: 210 sonetti scelti e annotati da G.L. con un saggio introduttivo (Pan editrice, Milano, 1978)
  • Le statue parlanti (Pan editrice, Milano, 1980)

Poesia

  • Quarantuno (Martello, Milano, 1964)
  • Quartiere lombardo (Martello, Milano, 1966)
  • La seconda pelle (L'OP.L., Milnao, 1971)
  • L'inutile dolore (Scheiwiller, Milano, 1975)
  • Il lungo giorno (Pan editrice, Milano, 1981)

 

Indietro