Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

mercoledì 23 gennaio

STATISTICHE

Visitatori : 3092076

Pagine visitate : 84974419

Utenti connessi : 24

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Lista eventi

Sicilia! (1999)

Regia : Danièle Huillet, Jean-Marie Straub.
Interpreti : Gianni Buscarino, Angela Nugara, Carmelo Maddio, Vittorio Vigneri, Angela Durantini.
Genere : Commedia, b/n, 60 minuti.
Produzione : Danièle Huillet e Jean-Marie Straub (Italia, Francia, 1998)

"Ero in viaggio, e a Firenze, verso mezzanotte, cambiai treno, verso le sei del mattino dopo cambiai un'altra volta, a Roma Termini, e verso mezzogiorno giunsi a Napoli... Poi viaggiai nel treno per le Calabrie... e riconobbi il viaggio, me bambino nelle mie dieci fughe da casa e dalla Sicilia... Mi addormentai, mi risvegliai e tornai ad addormentarmi, a risvegliarmi, infine fui a bordo del battello-traghetto per la Sicilia... Messina si avvicinava..." .
Questo brano è tratto da Conversazione in Sicilia di Elio Vittorini. Da quel poetico e impervio romanzo Straub e Huillet hanno isolato alcune pagine centrali, ed hanno realizzato un intenso e affascinante ritratto, dove si snodano una serie di tableaux vivants che cercano di riportare in vita lo spirito del libro di Vittorini.

 "Io ero, quell'inverno, in preda ad astratti furori... Questo era il terribile: la quiete nella non spe­ranza. Credere il genere umano perduto e non aver febbre di fare qualcosa in contrario, voglia di perdermi, ad esempio, con lui"

Parte così il  protagonista Silvestro sul treno che da Milano lo conduce , dopo mol­te ore di viaggio,  a Messina,  successivamente assistiamo all'incontro con l'arrotino che vorrebbe che esistessero «più lame, pugnali e cannoni» da arrotare, e nella parte centrale, dove campeggia l'incontro con la madre, interpretata con un impeto addirittura eroico da una non-attrice, la straordinaria Angela Nugara, che racconta a Silvestro i tradimenti del padre e dell'unico tenerissimo tradimento perpetrato da lei, è un momento di alta poesia, è la scoperta da parte di un figlio, di qualcosa di insospettabile che anche la propria madre è una donna con un passato, delle memorie, dei desideri e dei cassetti chiusi che, una volta aperti, possono stupire e far male.

 

Lista eventi