Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

mercoledì 22 settembre

STATISTICHE

Visitatori : 3638277

Pagine visitate : 98289715

Utenti connessi : 36

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

108 Perle di Storia


Indietro

Comune di Sinagra

Stemma Sinagra Altitudine 260 m.
Latitudine 38.0807
Longitudine 14.8531
Cap 98069
Telefono 0941594016
Fax 0941594372
Internet www.comunedisinagra.it
Email kardaci@tiscalinet.it
Patrono S. Leone

Il suo territorio segna nel punto più basso circa m. 90 ed arriva ad un'altezza di circa 1090 metri. A causa di questa notevole differenza di clima il territorio si presenta adatto a tutti i tipi di coltivazione. Sinagra conta una popolazione attiva dedita soprattutto all'agricoltura (agrumi, olive, uva e nocciole) e all'allevamento. Tali settori, una volta traini dell'economia, sono tuttavia adesso in netta decadenza. La prima perché l'introduzione dei mezzi tecnici richiede costi di produzione alti, il secondo perché viene praticato a conduzione familiare offrendo limitatissimi profitti.

Storia

Le antiche tradizioni ed il ritrovamento di un phitos (tomba plebea romana), suggeriscono di datare la nascita di Sinagra al tempo delle guerre puniche (260 a.C.). Secondo la tradizione appunto, alcune famiglie di boscaioli romani si stabilirono in un ansa della fiumara che offriva una rigogliosa vegetazione. Trovarono quindi abbondante materiale per costruire navi e poter navigare la fiumara stessa. Nello stesso tempo, per la sua naturale posizione, l'ansa fungeva da riparo contro eventuali attacchi nemici. Non vi è accordo tra le fonti sull'origine del nome Sinagra. Alcuni riconducono il nome al termine greco Xenàgoras che significa accogliente, ospitale. Altri, rifacendosi alla lingua latina, ritengono che il paese prenda il nome dall'ansa (sinus) del fiume e dal campo (ager) presso l'insenatura stessa. Altra possibilità è che derivi dal fatto che la parte più bassa del paese si trovi su un'insenatura arginata (sinus aggeris). La città di Sinagra viene menzionata in un diploma di Ruggero I del 1050 e successivamente in una bolla del Papa Eugenio III. Fu possesso di diversi signori feudali, dai Normanni agli Svevi, dai Lancia ai Ventimiglia, dai Russo agli Afflitto, fino ad arrivare agli Ioppolo che ottennero il titolo ducale da Filippo IV nel 1654. Il paese restò in loro possesso fino al 1812, anno dell'abolizione dei diritti feudali

Feste

Festa Patronale 8 maggio
"Sagra della Ricotta" 6 agosto 0941 594 016 Sagra dell'Anguilla 13 agosto 0941 594 016 "Sagra della Birra" 16 agosto info 0941 594 016 Sagra da pasta stricata casa casa" agosto info 0941 594 016


Distanza dalle città Capoluoghi (in Km)
Agrigento250Enna107Ragusa251
Caltanisetta204Messina107Catania147
Palermo176Trapani275

Fonti :Provincia di Messina - www.comunedisinagra.it

Indietro