Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

lunedì 16 settembre

STATISTICHE

Visitatori : 3237678

Pagine visitate : 87485622

Utenti connessi : 25

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Lista eventi

La Balza Futurista

La balzaFondata a Messina nel 1915 da Guglielmo Jannelli , e diretta da Giovanni Antonio Di Giacomo (Vann’Antò) e Luciano Nicastro, diviene momentaneamente l’organo ufficiale del movimento. Solo tre numeri quindicinali, ma abbastanza importanti
Alla rivista collaborarono i nomi più prestigiosi della letteratura e dell'arte di punta di quegli anni: Marinetti, Mazza, Carrà, Boccioni, Balla, Depero, Prampolini, Salvatore Quasimodo .
Il teatro futurista sintetico ed Enrico Prampolini pubblicano sulla rivista «Scenografia e coreografia futurista», è il primo intervento futurista nella problematica del rinnovamento scenografico. Prampolini sostiene la scena dinamica in contrapposizione alla tradizionale scena statica.

" ... Scena non equivale a un ingrandimento fotografico di un rettangolo di realtà né a una sintesi realistica, ma alla sostituzione di un sistema teoretico-materiale di senografia soggettiva in contrapposizione alla presunta scenografia di oggi, oggettiva. Non si tratta di riformare solamente il concetto strutturale dell'allestimento scenico, ma di creare una entità astratta che si identifichi con l'azione scenica dell'opera teatrale. Il carattere assolutamente nuovo che assumerà la scena con questa mia innovazione è dato dall'abolizione della scena dipinta. La scena non sarà più uno sfondo colorato, ma una architettura elettromeccanica incolore, vivificata potentemente da emanazioni eromatiche di fonte luminosa generata da riflettori elettrici dai vetri multicolori disposti,coordinati analogamente alla psiche che ogni azione scenica richiede..."
(Enrico Prampolini, in "La Balza", n. 3, Messina, 12 maggio 1915.)

Lista eventi