Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

martedì 16 luglio

STATISTICHE

Visitatori : 3195686

Pagine visitate : 87025280

Utenti connessi : 23

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Lista eventi

Angelo Paino
[ Santa Marina Salina (ME) 21/06/1870 , Messina 29/07/1967 ]


«Monsignor Paino è una delle figure più rappresentative dell'episcopato italiano. I problemi religiosi e quelli culturali, le opere di beneficenza, finanche lo sviluppo industriale della città trovano nella mente dell'arcivescovo le più geniali soluzioni e nella sua inesauribile energia il propulsore benefico, convinto, deciso. Monsignor Paino passerà alla storia come uno dei maggiori benefattori di Messina»

«Popolo d'Italia» 7 luglio 1927

Angelo Paino.jpgerzo figlio del marinaio Onofrio e di casalinga Anna De Stefano, si laurea in Teologia e Diritto Canonico e Civile a A Napoli e in Filosofia presso la «Pontificia Accademia di S. Tommaso» di Roma.
Il 16 settembre 1894 viene ordinato sacerdote . Ad Anglona e Tursi prima e a Trapani dopo ebbe la nomina di rettore del Seminario, dove insegnò le discipline teologiche. Il 20 aprile del 1909 viene eletto vescovo da papa San Pio X all'età di soli 39 anni, fu consacrato ad Acireale il 25 luglio 1909 e prese canonico possesso della diocesi il 22 agosto 1909.
A Lipari contribuisce alla creazione di un ospedale-ospizio ed a Salina dona la sua casa paterna per l'istituzione di un asilo infantile.
Nel 1921 chiamato dall' Arcivescovo di Messina, Mons. D'Arrigo, come suo coadiutore per l'opera di ricostruzione della città distrutta dal terremoto del 1908, rinunzia alla sede di Lipari per diventare vicario generale dell' arcivescovo e nel 1923 dopo la morte di Mons. D'Arrigo, viene nominato arcivescovo di Messina.
Messina Paino si guadagnò gli appellativi di «Arcivescovo ricostruttore» e «Muratore di Cristo». Sono dovute a lui, dopo il Terremoto del 1908, la riedificazione ex novo di 132 chiese , il retauro e l'ampliamento di altre 72 chiese, nonché la costruzione di 132 case canoniche, di 7 istituti d'istruzione media e superiore, 12 grandi istituti di beneficenza e assistenza, 10 asili infantili, 2 biblioteche, 2 seminari. A ciò bisogna aggiungere la colonna votiva del porto di Messina, su cui si staglia l'immagine benedicente della Madonna della Lettera, patrona della città e dell'arcidiocesi, il sacrario e la campana del caduti di Cristo Re, la Concattedrale del SS. Salvatore, affidata alla Congragazione dei Salesiani e la Cattedrale di Messina, che oggi ne ospita le spoglie mortali, ricostruita per ben due volte a seguito sia dei danni del terremoto del 1908 e dei bombardamenti bellici del 1943 che la incendiarono completamente, ed elevata per lui al rango di basilica minore da papa Pio XII. A lui si deve anche la costruzione del Duomo di S. Sebastiano, nella vicina città di Barcellona Pozzo di Gotto, la più grande chiesa della provincia, seconda solo alla cattedrale del capoluogo messinese, e fregiata anch'essa del titolo di basilica minore nel 1992 da Papa Giovanni Paolo II.

Lista eventi