Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

mercoledì 26 febbraio

STATISTICHE

Visitatori : 3344001

Pagine visitate : 89042615

Utenti connessi : 12

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Lista eventi

Letterio D'Arrigo Ramondini
[ Itala (ME) 15/11/1849 , Messina 18/12/1922 ]


D Arrigo Letterio.jpgescovo della chiesa cattolica e Arcivescovo di Messina.
Nato da una nobile famiglia fu allievo di Antonio Catara Lettieri. Nel 1872 viene ordinato sacerdote dall’arcivescovo Luigi Natoli e mandato a Itala come collaboratore dell’arciprete. Dopo sei anni viene nominato canonico ceologico della Capitolo Protometropolitano della Cattedrale di Messina e nel 1891 porta a compimento, a sue spese, la costruzione della chiesa del Sacro Cuore di Gesù agli Arcipeschieri.
Eletto vescovo di Messina il 25 marzo 1898. Si prodiga, dopo il terremoto del 1908, per la ricostruzione della città per cui fu chiamato: «l'Arcivescovo del terremoto», e quando il Generale Mazza, mandato con poteri speciali, volendo distruggere con bombardamento quanto restava di edifici, per abbandonare per sempre, sotto l'enorme cumulo di macerie, quella che era stata la città di Messina, invitò l'Arcivescovo ad allontanarsi, egli gli rispose con energia: «Finché qui vi sarà un solo messinese, io resterò al mio posto». Ed ebbe inizio la risurrezione della città. Si ricorda il suo accorato incitamento ai messinesi: «Non partite, finché avrò un pezzo di pane lo dividerò con voi».
er le sue opere, gli venne conferita una medaglia d'oro. Ricostruì il Seminario, vi costruì la nuova cappella, ne arricchì la Biblioteca. Riuscì a ricostruire ben 67 parrocchie. Diventò per i messinesi il simbolo della rinascita.
Inizialmente fu sepolto nella tomba di famiglia al Cimitero monumentale di Messina, e nel 1933 il corpo fu traslato nella Cattedrale ormai ricostruita, di fronte alla cattedra vescovile.

Lista eventi