Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

venerdì 7 ottobre

STATISTICHE

Visitatori : 3833802

Pagine visitate : 103800339

Utenti connessi : 32

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Lista eventi

Giorgio Di Bella
[ Messina , ]


Giorgio Di Bellaolipercussionista, si occupa delle potenzialità espressive della multipercussione nel linguaggio artistico. Sin da giovane suona in piccole formazioni d’intrattenimento e dancing le quali costituiscono i suoi primi impegni “semiseri”. La preziosa possibilità di collaborare con diversi gruppi di ricerca musicale specifica (tradizioni celtiche, medievali, trovadoriche, etno, blues, world ecc….) lo avvicina all’uso di strumenti “particolari” (l’irlandese bodhran, gli indiani tabla, gli asiatici Bendir, Riq e Darabuka ecc….).
l mondo della multipercussione è quindi scelta già compiuta, pratica dalla quale non si discosterà più, saranno anni (’70 – ‘80) di molte collaborazioni sia con musicisti solisti come A.Calogero (compositore contemporary guitar), Giancarlo Parisi (Cantiere sonoro, Mia Martini, De Andrè, Fossati, Mannoia, PFM), Bobo Otera (Scirocco, Taberna Milaensis), Pippo e Melo Mafali (New age and contemporary music), Dino Scuderi (Famiglia Lentini, Denovo, Musical “Salvatore Giuliano”) in contesti teatrali ( Maurizio Marchetti) che in formazioni strumentali guidate da etno-musicologi (Sergio Bonanzinga, Orazio Corsaro) in gruppi etno (Kunsertu, Isola) cultori del Blues (Johnnybellebambine, Angelo Morabito, Max Garrubba).

O mercatinu

E’ culuri,
è culuri,
tutti i ciuri,
quanti ciuri,
o mercatinu.
I marocchini,
i tunisini,
senegalesi,
i filippini e i pachistani e l’italiani
o mercatinu.
I bracciali,
i cullani,
“pari ’na regina”.
Chi ’ssi bedda,
chi ’ssi fina.
“Pari ’na regina”,
e accattati, accattati,
accattati, accattati…
___________________________________________________________________

St'isula

Prestu ti stancherai i stu suli, troppa luci u sai,
non fa vidimi…
Prestu ti stancherai i stu suli, ’nnebbia a menti
’ssicca l’aria chi rispiri…
Prestu ti stancherai i ’stu focu,
a valli brucia, sterpi e fumu.
Focu brucia st’isula di ventu,
comu brucia a nostra vita…
Quannu ti ’nni vai di st’isula
Punta versu nord, quannu ti ’nni vai,
vai, non ti fimmari,
non ti girari mai,
poi vidiri u mari e iddu po ‘ngannari… è acqua!
Ma unni vai, a unni vai si ’nto to cori c’è sulamenti st’isula…
___________________________________________________________________

Angeli e Pastori

Caminu uri, uri e uri
E ghiurne ’nteri
Tra terra e cielu scurrunu li me pinseri,
lu me pinseri u ventu si li porta,
da me bucca sulu nu parrari,

…ffr… …ffr… …prrrrè… …prrrrè…

Sulu mi sentu, ma parti di stu munnu.
E lu me cori scoppia quannu l’acqua sta arrivannu,
respiru forti, e forti è l’aria ’nta vaddata,
e ’nta vaddata sfoga lu me cantu…

“A ’nchiana e scinni ca l’anciulu vinni…”
___________________________________________________________________

Trova l'oro

Ehi, voi truvari nu tesoru?
“Domanda di Santa Venera”.
All’altari maggiori aunni teni li pedi lu parrinu,
scava chi trovi na balata, rompila chi troverai na porta,
rumpila chi troverai ’nu scrignu, iaprila chi trovi lu tesoru,
rubini, smeraldi, argentu e oru.

Ehi, voi truvari nu tesoru?
“Domanda della grutta di lu cornu”.
Alla grutta s’arriva cu dudici scaluni,
scaluni di pietra intagliata, rumpilu lu settimu scalinu,
rumpilu lu decimu scaluni, rumpilu chi trovi lu tesoru,
scudi di Francia, calici, aneddi e cateni d’oru.

Vai alla chiesa di lu boscu e cerca intorno i cinque monasteri,
guarda a ponente e un albero troverai.
Ora fai tre passi verso mezzogiorno,
troverai tre croci, una due e tre,
scava quattro palmi e troverai un palmento,
trasi senza scantu, petri oru e argentu,
o tempu di lu moru, fu misu stu tesoru.

“Domanda della mandra delli cervi”.
Cerca lu casali aunni c’è nu pozzu,
cunta deci passi, che troverai un altare,
’nto menzu c’è na petra a forma i menza luna,
rompila chi troverai un passaggiu
e a fini i sta segreta na porta cu na scritta,
setti cincu e cincu, setti cincu e tri,
perli quantu un’ovu, chi gran tesoru.

E ora a travatura di Monti Scuderi,
ma attentu chi ’cca c’è puru la magia.
In una sola notte di luna piena,
filerai con un parrino, un tovagliolo di lino,
poi dovrai pescare e portare al monte
i pesci ancora vivi di Scaletta e Capo Alì.
E ora stai accorto che prima che spunta il sole,
entrato nella grotta, incontrerai un serpente,
chistu si ietta in coddu e tuttu ti leccherà,
ma non provare schifo e non pregare i santi,
succedunu brutte cose e tutto si perderà,
’na fimmina bellissima appressu apparirà,
e ora il sacerdote con le preghiere magiche
e le strategie malefiche l’incantesimo romperà.
Adesso il piombo in oro si trasformerà…

Cercalo, cercalo, cercalo, c’è veramente l’oro,
cercalo, cercalo, cercalo, è dentro te,
credici, credici, credici, c’è veramente l’oro,
credici, credici, credici, è dentro te
Funziona l’alchimia…
___________________________________________________________________

U lupu e a luna

Io sugnu ccà, u lupu è ddà, e a luna ’nta lu cielu…
nesci di ddà, nesci di ccà, i livanti, i punenti…
nun si capisci nenti!

Pigghiatila ’sta luna, camina sempri intorno
Ferratela ’sta luna, cummina sempre guai

Ma chi cancia?
U munnu gira sempri, gira, gira…e non cancia mai.
E sai picchì? Picchì…
___________________________________________________________________

Non toccate gli Angeli

Non tuccati l’anciuli, non tuccati,
’ca ’nte mani vi resta la cira.
Non toccate st’angeli di piuma,
ca so’ carne profuma e tocca l’anima.

Io sono qui e sono una stella.
Io salto di nuvola in nuvola
Io con la luna gioco all’acquilone
Io con un battito d’ali posso arrivare fino al sole.
…e vola l’anima!

Quando veniamo qui sulla terra,
ognuno di voi ha il suo cammino.
Quando torniamo via dalla terra,
ognuno di noi ha un luogo di luce.
___________________________________________________________________



Pagina 4 di 5___________________<< 1 2 3 4 5 >>

Lista eventi