Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

mercoledì 20 febbraio

STATISTICHE

Visitatori : 3106138

Pagine visitate : 85224520

Utenti connessi : 29

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Lista eventi

Filiberto Ricciardi
[ Messina 15/04/1949 , ]


William RicciardiDopo aver effettualo gli studi classici si iscrive alla facoltà di filosofia. Inizia carriera artistica nell'ambito della musica leggera, alla fine degli anni '60 fondando con altri quattro amici «I Gens», dei quali è la voce solista. In quel periodo si fà chiamare William ed è soprannominato "il baronetto", perchè sempre elegante e raffinato nei modi. Comincia ad usare il suo vero nome solo in occasione della partecipazione de «I Gens» al Festival di Sanremo nel 1970 con «La stagione di un fiore». Subito dopo lo scioglimento de «I Gens» Ricciardi fonda il gruppo de «Gli Opera», con cui partecipa di nuovo a Sanremo nel 1976 cantando il brano «L'ho persa ancora», arrivato nono nella classifica finale. Ma negli anni '80 Filiberto Ricciardi dà una svolta alla sua vita artistica: entra al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano diplomandosi in oboe e avviandosi ad una breve carriera di concertista. Quasi subito, infatti, viene convinto dagli stessi colleghi musicisti a tornare a cantare, ma nella veste di tenore. Di qui e dopo un lungo periodo di preparazione, nasce il Ricciardi tenore, un po' appesantito nel corpo e sicuramente diverso nella voce, che da cantante pop aveva limpida ma "delicata". Torna in sala d'incisione per realizzare diversi cd, tra cui Romanze di F.P.Tosti su liriche di G.D’ Annunzio per la Ducale International, Alter Ego per la Fonit Cetra, Christus di Mendelssohn per la Paros e alcuni brani per la raccolta Melodie Indimenticabili dell’Istituto De Agostini. Per le sue esibizioni attraversa l'Italia e il Giappone, affrontando il pubblico dei maggiori teatri lirici. Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive nazionali, sia in Rai che in Mediaset.

AMO TE AMI ME

Amo te, solo te,
penso a te, voglio te.

Cosi', senza parlare, sarebbero le nove,
luci spente ed occhi chiusi accanto a te;
Ci esalta la notte, quando e' su di noi,
Non cambiare niente, ti voglio come sei

Ami me, solo te,
pensi a me, tu vuoi me.

Cosi', senza parlare, son riuscito a farti dire
tutto quello che a parole non diresti mai;
Ora il tempo e' come un fiume, e' perfetto sempre piu',
per me non avra' fine se non lo vuoi tu

Ami me, amo te,
pensi a me, voglio te
Ami me, amo te,
pensi a me, voglio te

___________________________________________________________________

ANCORA E SEMPRE

I pensieri come vele sopra il mare, il ricordo ancora e' blu,
l'aria fredda del mattino puo' svegliare un amor che non c'e' piu'....
Ma a cosa serve, a cosa serve ricordare,
io sto vivendo un'altra storia, un altro amore
perche' ritorni tu, perche' ritorni tu

Ancora e sempre tu, con gli occhi dell'amore
ma tu non sei piu' qui, io lo dovrei sapere, e invece non lo so,
sin quando vivo non ci credero'

L'aria fredda del mattino puo' svegliare un amor che non c'e' piu'....
Ma a cosa serve, a cosa serve ricordare,
io sto vivendo un'altra storia, un altro amore
perche' ritorni tu, perche' ritorni tu
.................................
Ancora e sempre tu, con gli occhi dell'amore
ma tu non sei piu' qui, io lo dovrei sapere
Ancora e sempre tu..........
___________________________________________________________________

ANCHE UN FIORE LO SA

Il fiume lo sa che deve correre, da sempre ormai lui va;
l'autunno lo sa che, colorandosi come fa, incanta noi
E perche' mai non devo io sapere che sei nata mia ?

Se intorno a me anche un fiore lo sa, per cosa lui vivra' ?
Se intorno a me anche un fiore lo sa che il cuore mio ti avra'
....................
Il vento lo sa che deve perdersi, e l'ora sa che passera'....
E perche' mai non devo io sapere che sei nata mia ?

Se intorno a me anche un fiore lo sa che il cuore mio ti avra'
Se intorno a me tutto il mondo lo sa la storia che vivra'
Se intorno a me, e se il mondo lo sa l'amore mio ti avra'
___________________________________________________________________

ATTRAVERSO I COLORI DI UN GIORNO

A volte mi domando se la notte
col suo colore strano sempre restera'
con l'alba poi mi accorgo che la notte
si sbianca e dietro i monti presto sparira'.
Si accende il mondo, si risvegliano le cose intorno a noi
il tuo sorriso tra la gente tornera'
Ma lui lo sa che solo amore non da' mai felicita'
se cerchi ancora l'innocenza troverai
qualcosa che il giorno portera' con se', nuvole che il vento spazzera',
solo per noi dolce l'immagine sara'
di un uomo che oramai conosce la sua eta'

Poi d'improvviso intorno a noi e' sera,
lei sembra dire che tra poco tornera'
La notte scivola lo sai leggera,
e prigioniera dei miei sogni restera'
Si spegne il mondo, lentamente i suoi colori piu' non ha
un viso stanco il riposo cerchera'
Ma lei lo sa che la tristezza anche nei sogni vegliera'
se cerchi ancora l'innocenza troverai.....

Qualcosa che la notte portera' con se',
riflessi di colori che non ha
solo per noi dolce l'immagine sara'
di un uomo che oramai conosce la sua eta'
qualcosa che la notte portera' con se',
riflessi di colori che non ha
solo per noi dolce l'immagine sara'
di un uomo che oramai conosce la sua eta'
___________________________________________________________________

BREVE INCONTRO

Questo incontro, breve incontro tra di noi
puoi fermarlo un solo istante se vorrai;
e un veliero si risveglia nei pensieri tuoi,
forse antichi cavalieri resteremo noi.

Quando il giorno la sua fine trovera',
quando il tempo la sua storia scrivera',
vedrai ingiallire piu' in fretta che mai
il tuo diario che parla di noi,
le trasparenze lontane catturano i sogni tuoi.

Questo incontro, breve incontro restera'
e un minuto puo' sembrarti eternita';
non so il tuo nome, ma il mio ti diro'
e resta solo un segreto tra noi
questa mia voce lontana che canta nei sogni tuoi
___________________________________________________________________

CARA AMICA MIA

Che silenzio intorno a me, quanto buio negli occhi miei
"Uomo solo dove vai", io di colpo mi voltai, .... "ma tu chi sei ?"

Un bicchiere tra di noi, un ricordo negli occhi tuoi
una storia ascoltai, una storia lei ascolto', ... "ma tu chi sei ?"

Tuo figlio quanti anni ha, del tuo passato sa,
e di quell'uomo che ti amo', e se ne ando'

La periferia, quella soffitta e tu non avevi piu' raggi di sole.
Nella notte vai, come un fantasma sei,
chi ti abbraccia sa che non e' amore.

Hai vissuto pure tu, ed hai visto con gli occhi tuoi
com'e' sporca la citta' per chi vive come noi.....chi sono io ?

Che polvere negli occhi miei e in quella casa che
mi ha visto vivere con lei, ma lei dov'e' ?

Cara amica mia, io sono come te, sono un uomo che non ha destino.
Nella notte vai, come un fantasma sei, chi ti abbraccia sa che non e' amore
Cara amica mia, io sono come te, guardo intorno a me, non c'e' nessuno
Nella notte vai, come un fantasma sei, chi ti abbraccia sa che non e' amore
___________________________________________________________________



Pagina 1 di 5___________________1 2 3 4 5 >>

Lista eventi