Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

sabato 17 agosto

STATISTICHE

Visitatori : 3217577

Pagine visitate : 87255569

Utenti connessi : 16

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Lista eventi

I Gens
[ Messina 1969 , 1974 ]


i gens.jpgruppo messinese emerso nel 1969 grazie alla vittoria al terzo trofeo Euro Davoli.
Primo successo discografico č stato «In fondo al viale» presentato al Cantagiro del 1969 che ben presto divenne la bandiera musicale della cittą di Messina che nel suo viale principale (Viale San Martino) vedeva svolgersi la vita sociale dei suoi abitanti. Notevole anche il retro del 45 giri «Laura dei giorni andati», brano questo di Roberto Vecchioni e inserito poi nella colonna sonora del film del 1969 «Plagio», con Mita Medici e Ray Lovelock. Nel 1970 partecipano al Festival Sanremo come debuttanti e cantano insieme a Emiliana la canzone «La stagione di un fiore». L'anno successivo sono presenti, tra i veterani sul palco dell'Ariston, e insieme a Jordan presentano «Lo schiaffo»

el 1972 scalano le classifiche e vincono il Cantagiro con il brano «Per chi», cover del brano inglese Without you (canzone del 1970 dei Badfingers ma portata al grande successo nel 1971 da Harry Nilsson e poi riproposta da Mariah Carey nel 1993).
Nel 1973 sono al Disco per l'Estate con «Cara amica mia».

metą degli anni 70 il gruppo si scioglie e Williams il  «Baronetto» continua l'attivitą di musicista con una nuova band: gli Opera.
I componenti iniziali sono: William Ricciardi (voce) detto il «Baronetto», Pippo Landro alle tastiere, Pino Salpietro alla batteria, Ettore Cardullo al basso e Gilberto Bruno alla chitarra. Purtroppo Gilberto muore a soli 23 anni in un incidente stradale proprio dopo un concerto ad Orzinuovi (BS), ed alla chitarra il suo posto nel gruppo viene preso dal genovese Mauro Culotta, che e' l'unico componente non messinese del complesso.

DISCOGRAFIA
45 Giri

  • In fondo al viale  - Laura dei giorni andati  - 1968
  • Insieme a lei  - Vestita di bianco   - 1969
  • La stagione di un   fiore  - Fotomodella - 1970 
  • Ancora e sempre  - Stamattina  - 1970  
  • Lo schiaffo  - Amo te, ami me AMICO - 1971  
  • Per chi  - Piccolo grande amore - 1972
  • Anche un fiore lo sa  - La nostra realta'  - 1972
  • Cara amica mia  - Quella sera  - 1973
  •  Quanto freddo c'e'  - Uno di noi PHILIPS - 1974
  •  L'uomo nasce  - Uno di noi PHILIPS - 1974  

33 Giri 

  •  I GENS - 1974 
FOTOMODELLA

Ho visto per la casa quel giornale, forse e' mia sorella che ce l'ha,
dice che sei proprio la piu' bella, i vestiti, quelli la'
tu li indossi come ho visto mai, le luci su di te,
che pazzo, non ci sei, eppure tu ci sei, ti stringo ancora a me,
che gioia che mi da' guardarti e poi guardarti, ma......

Quanto sei bella, troppi sguardi su di te,
fotomodella, giro un foglio e tu non ci sei piu'.........

Un giorno trovero' una grande scusa per riaverti accanto a me,
adesso sono solo in questa casa che ricorda sempre te;
quante sei venuta qui, "Buongiorno, come stai ?"
che pazzo, non ci sei, eppure tu ci sei, ti stringo ancora a me,
che gioia che mi da' guardarti e poi guardarti, ma......

Quanto sei bella, troppi sguardi su di te,
fotomodella, giro un foglio e tu non ci sei piu'.........
___________________________________________________________________

IL DIAMANTE DEL RE

C'e' un antico sogno dentro me, un castello dove vive un re,
non un uomo che sa quanta luce di ricchezze ha intorno a se'
L'ombra di un sorriso non ha piu',
la ricchezza sua non e' piu' tu
porta il vuoto nel cuore, parlare d'amore non sa
Ogni notte la sua mente vola e cerca tra i confini inutilmente,
forse il tempo la sua storia puo' fermare

Se un giorno troverai chi compra gli anni tuoi,
diamanti tu vorrai
Ma vivendo poi da re, se onori e gloria avrai,
i sogni perderai

Ora il suo castello ha chiuso gia' solo nel silenzio restera'
il diamante nel cuore ha ucciso l'amore che ha

Se un giorno troverai chi compra gli anni tuoi,
diamanti tu vorrai
Ma vivendo poi da re, se onori e gloria avrai,
i sogni perderai
___________________________________________________________________

IN FONDO AL VIALE

In fondo al viale, in quel caffe' dov'e' la gente
che non sa cosa fare, ho conosciuto lei

In fondo al viale, in quel caffe' mi guardo intorno per vederla arrivare
in lei vedo cio' che non ho avuto mai, e ho voglio di gridare per lei

C'e' solo lei, nella mia mente solo lei, e nel mio sguardo solo lei,
chi mi sorride e' sempre lei

In fondo al viale, in quel caffe' mi son fermato,
non so piu' andare avanti
in lei vedo cio' che non ho avuto mai,e ho voglio di gridare per lei

C'e' solo lei, nella mia mente solo lei, e nel mio sguardo solo lei,
chi mi sorride e' sempre lei
Lei, nella mia mente solo lei, e nel mio sguardo solo lei,
chi mi sorride e' sempre lei...............
___________________________________________________________________

INSIEME A LEI

Io mi addormento insieme a lei, e sogno insieme a lei,
e volo insieme a lei
Ah....un cavallo corre e va, ma dove arrivera', ci portera' con lui

Si', rimani addormentata qui, non mi svegliare ancora, si',
corriamo avanti fino a quando quel cavallo non si fermera'
Si', ci portera' lontano si', ti parlero' d'amore, si',
e allora io mi svegliero'

Io mi addormento insieme a te, e sogno insieme a te,
e volo insieme a te
Ah....una rondine che va, ma dove arrivera', ci portera' con lei

Si', rimani addormentata qui, non mi svegliare ancora, si',
voliamo in alto fino a quando quella rondine si fermera'
Si', ci portera' lontano si', ti parlero' d'amore, si',
e allora io mi svegliero'
Si', rimani addormentata qui, non mi svegliare ancora, si',
corriamo avanti fino a quando quel cavallo non si fermera'
e allora io mi svegliero'
___________________________________________________________________

LA CASA DI ETHEL

Finisce qui e partiro' stasera
un'ora e poi non vedo piu' la casa di Ethel, con l'erba che c'e'
La mente va indietro tra le viole,
restare poi senza parole a casa di Ethel
col tempo che ormai e' contro di noi

Gli occhi miei sulla citta', dove l'uomo sfida il cielo
grande parco di New York, di vero cosa c'e',
cammino e sento che io non ritornero'

E quando poi mi prenderai per mano
ti accorgerai che sono gia' perduto lontano,
e penso che ormai e' tardi per noi
Gli occhi miei sulla citta', dove l'uomo sfida il cielo
grande parco di New York, di vero cosa c'e',
cammino e sento che io non ritornero'

........un'ora e poi non vedo piu' la casa di Ethel,
e penso che ormai e' tardi per noi
___________________________________________________________________

LA NOSTRA REALTA'

Questa notte senza te cos'e'...........la nostra realta'
io ti cerco e so perche' non hai.......parole per me
Che cosa sai darmi, la gioia di amarti,
che cosa sai darmi, la forza di odiarti,

Se non dormi io capisco che quei tuoi occhi blu
sono stanche forse piu' di me..........hai voglia di lui
Che cosa sa darti, e dice di amarti,
vedrai, non e' vero, io sono sincero

Se hai nella mente ancora lui, non e' cosi' grave, sai
saperti di un altro e averti qui, vuol dir che e' finita tra noi

Che cosa sa darti, e dice di amarti,
che cosa sai darmi, la forza di odiarti,
che cosa sai darmi, la gioia di amarti,
vedrai, sara' vero, io sono sincero
___________________________________________________________________



Pagina 2 di 5___________________<< 1 2 3 4 5 >>

Lista eventi