Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

giovedì 21 gennaio

STATISTICHE

Visitatori : 3512072

Pagine visitate : 93761547

Utenti connessi : 42

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Lista eventi

Felice Bisazza
[ Messina 29/01/1809 , Messina 30/08/1867 ]


Il " Manzoni della Sicilia”

Felice Bisazzaoeta, traduttore e teorico della poesia romantica. Compie i primi studi nel «Collegio Carolino» e poi avviato alla carriera forense. Si fa apprezzare già da giovane per le sue opere, appena ventenne è decorato della croce di cavaliere da re Ferdinando II , per il suo libro in versi « Saggi poetici».
Nel 1836 collabora in parecchi giornali, e sopratutto nell'« Omnibus ». A Messina non v'è pubblicazione periodica che non lo ha tra i suoi più attivi collaboratori: L'Osservatore Peloritano, il Maurolico, lo Spettatore Zancleo, L'Innominato, il Faro, la Sentinella del Peloro. il Nuovo Faro, la Rivista Periodica, l'Amico delle Donne, la Trinacria, YAristocle, il Giornale del Gabinetto Letterario, la Farfalletta, lo Scilla e Cariddi, la Lanterna, YEmpedocle, la Lucciola, il Tremacoldo, il Caduceo, l'Eco Peloritano, l'Estro, l'Interprete, la Gazzetta di Messina, la Parola Cattolica.
Nel 1851 ottiene la cattedra di letteratura italiana presso l’Ateneo Peloritano.
La sua produzione letteraria è molto notevole, ma spiccano, tra le tante opere, «Apocalisse» di S. Giovanni in versi (1838), la raccolta «Leggende ed aspirazioni»(1841), «Il Settentrione», il « corpus». Tradusse numerose opere, tra le quali: «L'apocalisse» e «La morte di Abele».

"Dovunque io mi rifugga, la spada di Dio mi raggiungerà se Egli vuole colpirmi e, se vuole colpirmi, ciò non può essere un male, perché Dio è un bene!"

Nel 1867 muore colpito dalla peste che imperversa a Messina..

Lista eventi