Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

venerdì 6 dicembre

STATISTICHE

Visitatori : 3287134

Pagine visitate : 88173943

Utenti connessi : 24

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Nel Tempo............................


Indietro

0/0/2006


Sky Italia inizia le trasmissioni televisive in Alta Definizione.

0/0/2006


Il gestore di telefonia mobile 3 annuncia l'avvio delle prime trasmissioni televisive su telefono cellulare secondo la nuova tecnologia DVB-H (Digital Video Bradcasting Handheald). Le trasmissioni del canale La3 iniziano il 5 giugno.

10/2/2006


Giorno 10 febbraio 2006 vertice Nato a Taormina Imponente macchina organizzativa con regia messinese. La Nato si allarga e si rinnova. Martino, Scheffer, Rumsfeld e Ivanov protagonisti di una fitta serie di colloqui su cui si è incentrata l'attenzione mondiale sono stati invitati a partecipare anche i ministri della Difesa dei sette Paesi del Dialogo Mediterraneo dell'Alleanza atlantica (quindi Israele, Giordania, Egitto, Mauritania, Algeria, Marocco e Tunisia). E' la prima volta che il consiglio Nato viene esteso ai paesi del Mediterraneo, a livello di ministri della difesa. In discussione, nella sessione di lavoro estesa ai sette, le modalità di trasformazione del dialogo in una vera e propria partnership con i sette Paesi della regione merditerranea, come era stato deciso al vertice dell'Alleanza atlantica di Istanbul del 2004. Il meeting rappresenta un punto di svolta per le strategie politico-militari dell'Alleanza Atlantica. Quella volta fu varato un piano di ammodernamento dei sistemi nucleari; stavolta i 26 paesi membri discutono la proposta del ministro messinese Antonio Martino (teorico del neoliberismo, in linea con l'establishment USA) di ammettere Israele nella Nato.

11/2/2006


Nel porto di Messina, la storica "prima volta" di un segretario dell'Alleanza su una nave della Federazione russa. La visita dei ministri della Difesa e la presenza delle navi russe nel porto della città peloritana rinsaldano i legami di amicizia tra Messina e Mosca. Giorno 11 febbraio 2006 si è svolto al molo "I Settembre" del porto di Messina, alla presenza del Ministro della Difesa, Antonio Martino e del Ministro della Difesa e vice premier russo, Serghej Ivanov e di autorità civili, religiose e militari, la solenne cerimonia di commemorazione dell'intervento di soccorso che nel 1908, gli incrociatori Makaroff e Bogatyr e le corazzata Slava e Tzésarévitch prestarono alla città all'indomani del sisma. Il sindaco, Francantonio Genovese, nel corso del suo intervento, ha rivolto un caloroso benvenuto agli equipaggi delle navi ormeggiate e ringraziato i ministri Martino e Ivanov "che hanno reso possibile l'omaggio a pagine di storia, a cui Messina è particolarmente legata". (discorso pronunciato dal Sindaco di Messina) La presenza di una rappresentanza della Marina russa - ha proseguito Genovese - che 98 anni fa portò aiuto ai messinesi, testimonia l’attenzione del popolo russo per la nostra terra e l’affetto che ancora oggi esiste tra le nostre genti. All’approssimarsi del centenario di quella tragedia - ha continuato - rimane vivo, nella memoria e nel cuore di messinesi e non, il ricordo degli aiuti e delle vite salvate dagli equipaggi russi.Oggi, a distanza di quasi 100 anni, il seme di quella fratellanza, germogliato in quelle terribili ore, è divenuto arbusto rigoglioso e ci fa affermare che quel legame va ben al di là della storia, della memoria e della commemorazione. Ricorderemo, nel 2008, quell’alba tragica, e lo faremo in occasione di un Centenario al quale questa Amministrazione dedicherà momenti solenni e approfondimenti storico-scientifici, e sin da ora, mi piace considerare la Federazione Russa, oggi qui rappresentata dal vice premier Ivanov, impegnata negli eventi che promuoveremo insieme con altre Istituzioni e Governi. Nel ricordo di quella solidarietà - ha concluso Genovese - la città è sempre pronta ad accogliere, ogni volta con immutato entusiasmo, le visite di unità della Flotta russa, e sono lieto sottolineare, proprio in occasione di questa commemorazione, che adempiendo all'impegno assunto da Messina negli anni successivi a quella immane tragedia, dedicheremo nella giornata di lunedì 13 alla Marina russa, uno dei viali più importanti della città".La lapide commemorativa, lunedì 13, alle ore 9.30, alla presenza del sindaco Genovese e delle autorità russe, sarà collocata a Camaro, nel Viale cittadino intitolato alla Marina Russa (incrocio viale Italia- asse viario Messina Centro).A 98 anni dal sisma che nel 1908 la distrusse, Messina mantiene l'impegno preso sin nel 1909, ribadendo la considerazione e la riconoscenza della città per la generosità, l'eroismo e l'abnegazione dei soccorsi portati dalla Divisione navale russa, che già dalle prime tragiche ore del terremoto del 28 dicembre 1908, quando ancora la terra tremava, prestò i primi generosi aiuti alla popolazione.

15/8/2006


Muore a Firenze la giornalista e scrittrice Oriana Fallaci.
Indietro