Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

venerdì 26 febbraio

STATISTICHE

Visitatori : 3529709

Pagine visitate : 94346386

Utenti connessi : 44

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Personaggi


Indietro

Giovanni Corrieri
[ Messina 07/02/1920 , ]


Giovanni Corrierinizia la carriera tra i dilettanti siciliani vincendo quasi tutte le corse alle quali partecipa.
Nel 1939 si trasferì in Toscana, a Prato, dove si mise subito in evidenza per le sue doti di passista-veloce.
Durante la guerra ebbe modo di correre saltuariamente prima per la Gloria di papà Focesi poi per la Viscontea di patron Tamassia, due case milanesi.
Nel caotico 1945, tesserato per la A.S. Roma, riuscì ad imporsi nel Giro della Provincia di Reggio Calabria e nella Coppa Innocenti a Bottegone ma la sua vera carriera professionistica iniziò praticamente nel 1946, con il ritorno alla normalità.
Aveva ventisei anni. Indossò ancora la maglia gialloblù della Viscontea e, nel 1947, colse la sua prima vittoria in una tappa del Giro d’Italia. Tredicesima tappa, Pescara-Cesenatico, volatona a ranghi compatti in cui il nostro Giovannino si prese il lusso di regolare allo sprint Adolfo Leoni, il Cipollini degli anni ’40, e l’estroso Luigi Casola, velocista bustocco. Nella classifica finale del Giro fu undicesimo, una prestazione quanto mai dignitosa se pensiamo che il suo capitano, Fiorenzo Magni, si classificò nono.
La vita di Corrieri cambiò radicalmente alla fine del 1947. Dovendo per rinnovare il contratto con la Viscontea decise di andare a Milano assieme ad Aldo Bini, brillante corridore toscano con il quale si allenava spesso.
Divenne per ben sette anni l’ombra di Gino Bartali. Con Gino condivise corse, riunioni, trasferimenti in auto, viaggi in treno, vittorie, sconfitte, messe, visite a chiese e santuari.
Nel 1956 va a correre nella squadra di Coppi, la Carpano, ottenendo l’ultimo contratto da professionista.
Ha corso dieci Giri d’Italia e sette Tour de France. Il suo albo d’oro annovera ventitrè vittorie, tra cui un Giro della Provincia di Reggio Calabria, una Sassari-Cagliari, sette tappe al Giro e tre al Tour. Nel 1953 indosso la maglia rosa

Indietro