Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

mercoledì 19 dicembre

STATISTICHE

Visitatori : 3078042

Pagine visitate : 84679348

Utenti connessi : 13

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Personaggi


Indietro

Antonino Bivona Bernardi
[ Messina 24/10/1778 , Palermo 07/07/1837 ]


Bivona_BernardiNato a messina si trasferisce da piccolo a Palermo adottato dallo zio, dopo aver perduto i genitori . Fu avviato agli studi di giurisprudenza, ma ben presto fu attratto dalle scienze naturali. Fu molto interessato al campo micologico soprattutto in quello della crittogamia.
Iniziò a seguire i corsi di botanico, impartiti da Giuseppe Tineo presso l'orto di Palermo. Si reca a Napoli, ove entra in contatto con Michele Tenore, Vincenzo Petagna. Prosegue il tour italiano che lo porta a stringere contatti con numerosi scienziati. La morte imprevista dello zio interrompe il viaggio che avrebbe dovuto portarlo in Francia. Comincia a pubblicare le prime opere di carattere botanico che lo impongono subito in Italia ed in Europa.
Ebbe contatti con i maggiori botanici del tempo, tra questi il famoso micologo De Candolle col quale collaborò intensamente sui micromiceti parassiti. Fu autore della Pseudopeziza trifolii, un Ascomicete della famiglia delle Dermateaceae, parassita del trifoglio. Tra le alghe marine, separò un Genere: la Scinaia (Fam. Galaxauraceae) 1822. Ophry ciliata Descrisse nuove piante della flora siciliana tra le quali alcune orchidee spontanee: Orchis brancifortii e Ophry ciliata.
Fallito il tentativo di ottenere la cattedra di botanica, fonda la rivista "L'Iride" e ottiene la carica di ispettore generale di Acque e Foreste. Inizia ad occuparsi anche di zoologia e di paleontologia; ancora in piena attività, viene stroncato dall'epidemia di colera del 1837.

 

Opere:

  • Sicularum plantarum centuria prima, Panormi, Apud Philippum Barravecchia, 1806.
  • Sicularum plantarum centuria secunda, Panormi, Apud Philippum Barravecchia, 1807.
  • Monografia delle Tolpidi, Per le stampe di Sanfilippo, 1809.
  • Stirpium rariorum, minusque cognitarum in Sicilia sponte provenientium descriptione, nonnullis iconibus auctae Manipulus I-IV., Panormi, Typis Regiis, 1813-1816
  • Cenni sullo stato attuale dell'agricoltura e pastorizia in Sicilia, «L'Iride», 1, 1822, pp. 3-33.
  • Istruzione sulla coltivazione e sugli usi delle patate o sia pomi di terra, «L’Iride», 1, 1822, pp. 134-139.
  • Alle due memorie del Sig. Brocchi sulle diverse formazioni di rocce della Sicilia. Prolegomeno, «L’Iride», 1, 1822, pp. 195-197.
  • Scinaia algarum marinarum genus novum, «L’Iride», 1, 1822, pp. 232-234.
  • Prima raccolta di note alla memoria del prof. Ferrara dal titolo "La natura, le sue leggi e le sue opere o Introduzione alle scienze naturali,  In Napoli, Tipografia Cataneo, Fernandes e comp., 1830.
  • Breve relazione sugli ossi fossili trovati non ha guari vicino Palermo, «La Cerere», 1° e 15 aprile, 3 maggio 1830.
  • Bicellularia algarum marinarum novum genus, «Effemeridi scientifiche e letterarie per la Sicilia», 5, 1832 pp. 91-92.
  • Caratteri di un nuovo genere di conchiglie fossili, estratti I-II, «Effemeridi scientifiche e letterarie per la Sicilia», I, 1, 1832, pp. 55-62; I, 2,1832,  pp. 3-24.
  • Prospetto d’un regolamento per bruciare lo zolfo ad aria aperta, «Effemeridi scientifiche e letterarie per la Sicilia», 10, 1834, 264-278.
  • Cenno sulla cultura dell’albero di manna, «Effemeridi scientifiche e letterarie per la Sicilia», 11, 1834, pp. 15-16.
  • Tinéa. Ex mirabili ordine sive naturali familia Orchidearum novum genus, «Giornale di Scienze Lettere e Arti per la Sicilia», 50, 1835, pp. 205-207.
  • Nuove piante inedite del Barone Antonino Bivona Bernardi pubblicate dal figlio Andrea, Palermo, presso Lorenzo Dato, 1838.
  • Catalogus herbarii Antonini Bivonae Bernardi secundum Linneanum systema digesti, a cura di Filippo Parlatore e Andrea Bivona, «Giornale di Scienze Lettere e Arti per la Sicilia», 66, 1839, pp. 117-124.
Indietro