Useronline Insert Failed > Nasce « Revestito » a Messina. Una Rivista on line per tutti. Per tutti coloro che non tollerano più demagogia, privilegio, mistificazioni di poteri grossi o piccoli, che hanno messo alle strette l´umanità, la libertà, e soprattutto la dignità. Revestito ha significato ambivalente: non occorre che sia messo a nudo il re ,per evento eccezionale, affinchè la natura delle cose in qualche misura si disveli. La trasparenza dovrebbe essere alla base di ogni consorzio civile e di ogni Stato di diritto che tale pretenda definirsi.
Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

mercoledì 23 ottobre

STATISTICHE

Visitatori : 3260804

Pagine visitate : 87805194

Utenti connessi : 33

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Personaggi


Indietro

Saro Cucinotta
[ Messina 12/09/1830 , Parigi 21/05/1871 ]


ppena diciottenne partecipa ai moti antiborbonici del 1848 e vi rimane ferito.
Si trasferisce a Napoli dove studia incisione, al «Real Istituto di Belle Arti» di Napoli, allievo di Aloysio Juvara.
Presto diventa il discepolo più bravo e viene chiamato a collaborare alla stampa dell'opera «Usi e costumi di Napoli».

a sua fama si accresce tanto da essere nominato segretario alla Società promotrice di Belle Arti.
Nel 1857 è presente all'esposizione di Palermo con un disegno a pastello rappresentante «S. Carlo Borromeo che visita gli appestati nel lazzaretto di Milano» ed ottiene la medaglia d'oro.
. Nello stesso periodo traduce diverse opere del Andrea Cefaly con la tecnica dell'acquaforte. Nel 1860 torna in Sicilia e si arruola nel corpo del colonnello Hebert per partecipare alla spedizione garibaldina.
Nel 1861 partecipa all’esposizione di Firenze con alcuni lavori.
Nel 1870 si trasferisce a Parigi dove lavora molto con diverse incisioni per la stampa dell'opera «Histoire del'Art contemporaine» e per «L'Illustration Nouvelle» e realizza la sua opera più famosa, l'acquaforte «Dopo il diluvio universale» tratta da una pittura del Polizzi. Nella capitale francese è incidentalmente scambiato per un rivoluzionario, fatto prigioniero viene fucilato.

Indietro