Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

domenica 19 maggio

STATISTICHE

Visitatori : 3157524

Pagine visitate : 86219998

Utenti connessi : 12

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Personaggi


Indietro

Augusto Perez
[ Messina 00/01/1929 , Napoli 08/11/2000 ]


Augusto Perez«l’importanza dell’opera di Perez potrà essere compresa se si avvertirà quanto grandioso e disperato c’è nella sua ostinazione a tenere saldamente congiunta la forza di rappresentazione dell’immagine con una tagliente ed ossessiva tensione intellettuale»

F. Simongini

ato da padre siciliano e da madre milanese, all'età di sette anni si trasferisce con la famiglia a Napoli, dove intorno ai diciassette anni, frequentando lo studio dello scultore Tomai, si accerta della sua forte vocazione alla scultura. Nel 1948 ottiene la maturità classica e l'anno seguente si iscrive alla Facoltà di Architettura che abbandonerà nel 1952, scegliendo la maturità artistica e per alcuni anni la strada dell'insegnamento. Due anni dopo espone a Napoli e conosce Guttuso.

el 1955 assume il posto di assistente alla cattedra di Scultura dell'Accademia di Belle Arti di Napoli tenuta da Emilio Greco. Lo stesso anno ha una mostra personale a Roma e nell’anno successivo partecipa alla Biennale di Venezia, richiamano l’attenzione dell’ambiente artistico su di lui, che viene considerato subito una delle personalità maggiori della giovane scultura italiana.

el 1960 ottiene una personale alla XI Biennale di Venezia, dove espone alcuni grandi bronzi. Da quel momento è costantemente presente nelle principali rassegne internazionali d’arte(Parigi, Londra, New York, Alessandria d'Egitto, Berlino, Liverpool, Pittsburg, Anversa ecc.), mentre la sua scultura da una posizione iniziale vicina al neorealismo si sposta verso una ricerca di forte accento esistenziale.
Franco Simongini gli dedica, nel 1969, con testo di Cesare Brandi, e nel 1978, due documentari televisivi. Nel 1986 è invitato alla IX Quadriennale di Roma e viene eletto Accademico dei Virtuosi del Pantheon. L'anno seguente la città di Messina gli rende omaggio con una grande mostra antologica.

Indietro