Home
Notiziario
ChiVuol'esserLettoSia
Nel tempo
Personaggi
Photogallery
Rimestanze
RSS

domenica 31 maggio

STATISTICHE

Visitatori : 3408527

Pagine visitate : 90133270

Utenti connessi : 32

Eventi
In Città

Il '900 La ricostruzione

Il Cinema

Messina

EROI DIMENTICATI<p align=righ>Scuola Media Statale G. Martino Tremestieri ( Me)</p>
EROI DIMENTICATI

Scuola Media Statale G. Martino Tremestieri ( Me)

Il piacere di leggerli

Iscriviti alla
Mailing list
Email:

Italia

Equosolidale o Multinazionale? Il fair trade secondo AGICES

La "notizia" riportata da Repubblica il 2 Gennaio 2012 ("Equo Solidale o multinazionale?", di Angelo Aquaro) relativa alla nuova strategia dell`ente di certificazione del Commercio Equo statunitense Fair Trade USA, ed al conseguente divorzio da Fairtrade International (l`associazione mondiale che sovrintende alla certificazione Fair Trade) è presentata in un articolo ad alto impatto, ma che contiene grandi semplificazioni. Innanzitutto la novità è in realtà vecchia di quasi 4 mesi (è stata pubblicamente annunciata il 15 Settembre 2011) ed infatti è già stata ampiamente commentata da molti attori del Fair Trade. E la chiave di lettura di tutta la vicenda (il Fair Trade è ad un bivio in quanto deve scegliere se "aprire al mercato scendendo a compromessi col capitale, o rimanere puro ma di nicchia") è sicuramente accattivante, ma vecchia tanto quanto il Commercio Equo. Certamente la scelta di Fair Trade USA è una novità di rilievo, e segnala un punto di rottura interno al movimento. Ma quanto essa rappresenta la tendenza attuale del Fair Trade, e quanto inciderà sul suo futuro? Noi crediamo molto poco. L`autore dell`articolo parla di "colpo che rischia di essere fatale" per il Fair Trade mondiale, di "scossa che annuncia il terremoto che verrà". Senza sottovalutare i problemi che tale scelta potrà portare, noi non crediamo affatto che sia così.

Paul Rice, amministratore delegato di Fair Trade USA, denunciando che il Fair Trade mondiale è dominato da radicali duri e puri ("hardliner") in un`intervista al New York Times il 23 Novembre 2011 ha motivato la sua scelta con il seguente slogan: "Vogliamo un Fair Trade piccolo e puro, o vogliamo che sia una opportunità per tutti?". Strano modo di rapportarsi ad un`attività da oltre 6 miliardi di dollari, che nei peggiori anni della crisi economica occidentale ha visto i suoi fatturati crescere del 27% all`anno, e continuare ad espandersi in tutto il mondo, dalla Nuova Zelanda alla Mongolia. Curiosa motivazione quella di modificare unilateralmente (abbassandoli visibilmente) i criteri Fair Trade al fine di coinvolgere in esso coloro che vi sono già entrati, e che se credono nel Fair Trade possono entrarvi quando vogliono: le grandi imprese mondiali, le transnazionali, i proprietari di piantagioni... Anni fa FLO certificò in Inghilterra alcuni caffè della Nestlè, ci fu un grande dibattito e molte critiche (condivise da tutte le organizzazioni del Commercio Equo italiane), ma non furono cambiati i criteri e da allora in molti paesi (a partire dagli USA) molte grandi imprese e varie multinazionali hanno alcuni prodotti certificati Fair Trade.

Noi crediamo che se da un lato la scelta fatta da Fair Trade USA rende evidente il rischio di una deriva puramente mercantilistica del Fair Trade, dall`altro lato essa è isolata e non rappresenta affatto la stragrande maggioranza del Fair Trade mondiale. La scelta americana è il risultato di un Commercio Equo che dimentica i suoi obiettivi di riforma delle regole del mercato e del consumo, della sua azione educativa e di lobby verso cittadini ed istituzioni, che abdica al tenere assieme parte economica e parte sociale. Il confronto tra questi 2 aspetti produce spesso tensioni è quotidiano dibattito e differenze dentro il Fair Trade, a tutti i livelli, e comporta a volte compromessi o scelte non condivise da tutti. Ma la soluzione finale scelta da Fair Trade USA ? modificare i criteri, fare un proprio marchio autonomo ? fa esplodere questa tensione snaturando il Fair Trade. Facciamo quindi nostre le parole dell`Unione Americana degli Studenti per il Commercio Equo, che scrivono: "I criteri del Commercio Equo non dovrebbero essere adattati alle grandi imprese. Sono le grandi imprese che dovrebbero adattare sé stesse al fine di (?) avere prodotti equi" (United Students for Fair Trade Withdraws Support from Fair Trade USA, 25/10/11).

Ma forse la cosa più importante ? e completamente ignorata nell`articolo di Repubblica - è che Fair Trade USA è un ente di certificazione (che vive delle royalties pagategli dalle imprese che adottano il suo marchio, con un conseguente possibile scambio fra qualità dei criteri e risultati economici), che in alcun modo rappresenta il mondo delle organizzazioni Fair Trade. Cioè di quei produttori, importatori, Botteghe del Mondo che hanno inventato il Fair Trade, ne hanno aperto il mercato, e che quotidianamente hanno come propria missione il suo allargamento. Non è quindi un caso che quelle che tra tali organizzazioni si sono espresse a proposito della scelta americana sono state in stragrande maggioranza (anzi, noi non abbiamo notizia di interventi a favore) tutti molto critici. La World Fair Trade Organization (WFTO, la principale associazione mondiale di rappresentanza delle organizzazioni Fair Trade) il 7/10/11 si definisce "estremamente preoccupata" per la decisione di Fair Trade USA, ed insiste: "Vediamo poche prove di dialogo, di trasparenza e rispetto (aspetti chiave che definiscono il Fair Trade) nella decisione unilaterale di Fair Trade USA di modificare la portata del Commercio Equo con modalità che porteranno sicuri impatti negativi sulle organizzazioni che già ne fanno parte". In piena linea con ciò, Rink Dickinson - Presidente di Equal Exchange, una delle organizzazioni statunitensi pioniere nel Fair Trade, particolarmente coinvolta nell`importazione e vendita di caffè e cacao, proprio i prodotti le cui vendite Fair Trade USA pensa di raddoppiare da qui al 2015 ? senza mezze parole ha definito la scelta dei certificatori statunitensi: "E 'un tradimento. Hanno perso la loro integrità" (New York Times, 23/11/11). Ed infine sintetico ma efficace ci sembra il commento ufficiale dell`autorevole associazione dei produttori Fair Trade dell`America Latina (CLAC-Coordenadora Latino Americana y del Caribe de pequenos productores del Comercio Justo, che dall`alto del loro ruolo di soci fondatori di Fairtrade International il 22/9/11 scrivono: "CLAC si unisce al rammarico per l`uscita di Fair Trade USA [dal sistema FLO] e non possiamo condividere la sua nuova visione relativa all`espansione del Fair Trade, dato che essa mette in pericolo lo sviluppo, l`assestamento e l`autorganizzazione del piccolo produttore organizzato". Neanche la motivazione del "bene dei produttori" sembra quindi reggere, anzi saranno proprio i produttori più attenti allo sviluppo sociale delle loro comunità coloro che potrebbero soffrire maggiormente della scelta americana. In Italia ? ambito nel quale essa non dovrebbe avere particolari effetti ? non si conoscono organizzazioni del Commercio Equo, o ad esso vicine, che si siano dichiarate favorevoli alla svolta di Fair Trade USA.

Insomma: la scelta americana rappresenta certamente un problema ed un evento negativo, che potrà portare confusione e dubbi. E tocca un tema ? come crescere? Come confrontarci col mercato? ? oggetto di continua riflessione e dibattito, a volte divisioni, nel Commercio Equo e dintorni. Proprio per questo è importante che operatori e volontari del Commercio Equo italiano ed europeo, consumatori ed istituzioni, sappiano che la decisione di Fair Trade USA non è rappresentativa della realtà attuale del Fair Trade, che essa non ha coinvolto la grandissima maggioranza dei suoi attori che anzi la contrastano, e che non produrrà alcun cambiamento nel contenuto etico e valoriale dei prodotti e delle organizzazioni riconosciuti in Italia ed Europa come giustamente e pienamente "Equi e Solidali". Agices ? Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale, ente di rappresentanza delle organizzazioni Fair Trade italiane, che associa tramite un sistema certificato ? si impegna a vigilare sulla situazione, a confermare il pieno rispetto dei criteri Fair Trade da parte dei suoi membri, ed è disponibile a qualsiasi confronto in merito al tema di questo documento.

Il Direttivo di AGICES(Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale.

13/01/2012

PreferitiInvia e-mailStampa l'articolo
Condividi su:
Google BookmarksSegnaloOK NotizieWikio
FacebookSmarkingSpurldel.icio.us
DiggFurlNetscapeYahoo! My Web
StumbleUponTechnoratiBlinkListNewsvine
ma.gnoliaredditTailrankWindows Live


Previsioni Oggi da Meteo Webcam


Salvaglilavita vince anche a IAB Mixx Italia


Salvaglilavita vince ancora. Due nuovi importanti premi sono stati infatti assegnati alla campagna di comunicazione AVIS nel corso della prima edizione di IAB Mixx Italia.

La cerimonia di premiazione si è svolta al Magna Pars di Via Tortona, a Milano, alla presenza dei più importanti creativi d'ItaliaLeggi>>25/01/2012


 Lavoro: Cgil a Fornero, legge dimissioni in bianco conquista di civiltà Lavoro: Cgil a Fornero, legge dimissioni in bianco conquista di civiltà


Roma, 24 gennaio - “La norma sulle dimissioni in bianco fu una conquista di civiltà contro gli abusi”. E' quanto afferma il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino. Una legge, prosegue, “contro gli abusi perpetrati nei confronti delle lavoratrici, dei lavoratori, dei precari e dei migranti, sostenuta da un vasto movimento popolare, e che non può essere considerata una nota a margineLeggi>>25/01/2012


Sud Sudan, UNHCR condanna i raid aerei sui rifugiati sudanesi


Si dice allarmato l`Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) per il raid aereo lanciato ieri sul Sud Sudan: un attacco su rifugiati vulnerabili già in fuga dalla violenza nello stato sudanese di Blue Nile, lo definisce l`Agenzia ONULeggi>>25/01/2012


Firmiamo contro la chiusura di RaiMed


Pubblichiamo l`appello sottoscritto da 40 intellettuali contro la chiusura di RaiMed, l`unico canale italiano e il primo in Europa diffuso anche in arabo.

 

Chi vuole aderire all`appello può farlo anche sulla pagina Facebook di TgrMediterraneo Amici oppure inviando una mail a mediterraneo@raiLeggi>>25/01/2012


 Lavoro: Giovani Cgil, sfiga non c'entra, servono politiche vere Lavoro: Giovani Cgil, sfiga non c'entra, servono politiche vere


Roma, 24 gennaio - “La sfiga non c'entra niente. Servono politiche vere per i giovani, siamo stanchi di insulti e di chiacchiere”. E' la replica dei giovani della Cgil alle parole di oggi del vice ministro del Lavoro, Michel MartoneLeggi>>25/01/2012


Naufragio Costa Concordia al Giglio.  Legambiente: ?Istituire subito l?Area marina protetta?Naufragio Costa Concordia al Giglio. Legambiente: ?Istituire subito l?Area marina protetta?


?Chiediamo la rapida istituzione dell?Area marina protetta dell?Arcipelago toscano. C?è poco da dire, in una zona protetta la nave non sarebbe entrata, avrebbe mantenuto la distanza prevista dalla normativa sulla zonazione dell?area e questa terribile tragedia non sarebbe avvenutaLeggi>>25/01/2012


USA 2011, crollo delle adozioni internazionali


Il gigante vacilla. Anche in America si parla di depressione delle adozioni internazionali: è stato pari a 9.320 bambini il numero di minori autorizzati all`ingresso negli Stati Uniti nel corso del 2011Leggi>>25/01/2012


Presentazione del libro di Don Luigi Ciotti "La speranza non è in vendita"


Cento passi nel sestiere della Maddalena

Giovedì 26 gennaio 2012
Loggia di Banchi Piazza Banchi 16100 Genova (GE), Italy
ore 17:00

Presentazione del libro di Don Luigi Ciotti "La speranza non è in vendita"
Don Ciotti, Don Gallo, Marta Vincenzi, Nando dalla Chiesa invitano il quartiere della Maddalena e la città a festeggiare la nuova vita di un bene sottratto alla mafia: "In Scia Stradda" una bottega di prodotti delle terre liberate dalla mafia, equo solidali e a Km0Leggi>>25/01/2012


Ammortizzatori sociali: nel 2011 tutelati 4 milioni di persone la Cassa Integrazione ha salvaguardato oltre 200.000 posti di lavoro. Dichiarazione di Guglielmo Loy, Segretario confederale UILAmmortizzatori sociali: nel 2011 tutelati 4 milioni di persone la Cassa Integrazione ha salvaguardato oltre 200.000 posti di lavoro. Dichiarazione di Guglielmo Loy, Segretario confederale UIL


L`esito del primo confronto tra Governo e parti sociali sul mercato del lavoro ci inducono a rilanciare le indicazioni fornite dallo studio realizzato dal servizio politiche del lavoro della Uil e pubblicato sul sito dell`Organizzazione (wwwLeggi>>25/01/2012


 Vinyls: Protesta operai; Cgil, servono risposte urgenti Vinyls: Protesta operai; Cgil, servono risposte urgenti


Roma, 24 gennaio - “Bisogna dare urgentemente risposte ai lavoratori, il ministro Passera rimuova gli ostacoli per il rilancio del sito”. Così il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Scudiere, interviene sulla vicenda dei tre operai della Vinyls di Marghera che ieri sera si sono 'barricati' nei locali della chiesa della Salute di Venezia per sollecitare il governo ad un incontro chiarificatore sul futuro dell'azienda chimicaLeggi>>25/01/2012


Nasce a Firenze una Fondazione dedicata alla vita


Oggi, Lunedì 23 gennaio, a Firenze, dalle ore 19.00 alle ore 22.00 ci sarà un cocktail di beneficenza in favore della Fondazione CFO Onlus.

La serata sarà presentata da Gabriella Germani.

Cesare Lanza consegnerà alcuni premi al merito a Corrado Calabrò, presidente dell'autorità per le garanzie della comunicazione; a Lorenza Lei, direttore generale della Rai; a Katia Ricciarelli, cantante e attriceLeggi>>24/01/2012


Naufragio Costa, allarme inquinamento: Legambiente chiede alla Commissione europea e all'International maritime organization  di intervenire Naufragio Costa, allarme inquinamento: Legambiente chiede alla Commissione europea e all'International maritime organization di intervenire


Roma, 18 gennaio 2012

Legambiente esprime fortissima preoccupazione per il rischio di una catastrofe ambientale determinata dal disastro della Concordia al Giglio. La biodiversità, la fauna e la flora marina dell'area, al di là del possibile e gravissimo sversamento di olio combustibile, sono già duramente aggredite da tutte le sostanze tossiche e i materiali presenti nella nave e che stanno entrando a diretto contatto con il mare: le vernici, i solventi, gli oli lubrificanti, i detersivi, i reflui sanitari, i composti del cloro, e i metalli pesanti oltre alla putrefazione della grandissima quantità di derrate alimentari presenti in questa vera e propria città galleggiante, rappresentano infatti un agente inquinante di significative proporzioniLeggi>>24/01/2012


Estate 2012: campi di volontariato sui terreni confiscati alla mafie


Tanti giovani scelgono di fare un'esperienza di volontariato e di formazione civile sui terreni confiscati alle mafie gestiti dalle cooperative sociali di Libera Terra. Segno questo, di una volontà diffusa di essere "protagonisti" e di voler tradurre questo impegno in una azione concreta di responsabilità e di condivisioneLeggi>>24/01/2012


Nave Costa. Intesa per liberare da grandi navi il bacino di San Marco a VeneziaNave Costa. Intesa per liberare da grandi navi il bacino di San Marco a Venezia



?Grandi navi fuori dalla laguna finalmente?! Con il progetto avviato oggi tra ministero dell?Ambiente e Autorità portuale di Venezia sarà possibile liberare il prezioso e fragile bacino di San Marco a Venezia dal passaggio delle grandi navi e quindi dai rischi di incidente e sversamento di idrocarburi nella lagunaLeggi>>24/01/2012


Istituti comprensivi: si muovono i sindacati


Logo Cisl scuola Scuola toscana: eppur si muove! L`aspetto più importante, e anche più curioso, è che hanno aderito alla Leggi>>24/01/2012


Il donatore periodico e AVIS: esperienze a confronto


Sabato 28 gennaio l'aula magna dell'Università dell'Insubria a Varese ospita il convegno dal titolo "Il donatore periodico e AVIS: un binomio inscindibile per la migliore qualità della donazione".
Promosso dalla sede Sovracomunale Medio Varesotto, l'incontro è patrocinato da Avis Provinciale Varese, Regionale Lombardia, Nazionale e dall'Ospedale di Circolo Fondazione Macchi di VareseLeggi>>24/01/2012


Cipe, definanziato Ponte Stretto e sbloccati fondi per nuove opere


"Finalmente un cambio di passo radicale sul fronte delle infrastrutture, dopo anni di politica a sostegno esclusivo delle grandi opere". Il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza accoglie con soddisfazione le decisioni prese durante la seduta del Cipe di ieri in merito alla revoca dei fondi destinati al progetto del ponte sullo Stretto di Messina e alle risorse sbloccate, invece, per l'edilizia abitativa e scolastica, la difesa del suolo e la manutenzione della rete ferroviariaLeggi>>24/01/2012


Case di riposo lager, subito una commissione di inchiesta parlamentare


Dopo Il recente caso della Casa di Riposo scoperta in Liguria, dove anziani non autosufficienti e disabili venivano sottoposti a maltrattamenti, abusi e violenze di ogni tipo, l`Auser Nazionale ha chiesto al Senatore Ignazio Marino, in qualità di presidente della Commissione d`Inchiesta sull`efficacia ed efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, di attivare  con la massima urgenza una indagine nazionale  sulle strutture per anzianiLeggi>>24/01/2012


Nucleare. Articolo 25 del Dl Liberalizzazioni cancella iter sicurezza per siti scorie. Nucleare. Articolo 25 del Dl Liberalizzazioni cancella iter sicurezza per siti scorie.


L?articolo 25 del Dl Liberalizzazioni consentirebbe di realizzare tutte le opere connesse allo smantellamento di tutti i siti nucleari italiani, a cominciare da Trino Vercellese e Saluggia, in deroga alle procedure ordinarieLeggi>>24/01/2012


E? emergenza smog nelle città italiane. Legambiente presenta Mal?aria 2012E? emergenza smog nelle città italiane. Legambiente presenta Mal?aria 2012


La qualità dell?aria delle città italiane è pessima e continua a peggiorare. Lo confermano i dati del dossier Mal?aria, lo studio annuale di Legambiente sull?inquinamento atmosferico. I principali imputati sono le polveri sottili: nel 2011, il 67% dei capoluoghi di provincia monitorati non ha rispettato il limite consentito di superamenti della soglia di PM10, un aumento del 12% rispetto all?anno precedenteLeggi>>24/01/2012


Bioshopper , Legambiente:  ?Successo italiano, ma urgente fare chiarezza su biodegradabilità e compostabilità?Bioshopper , Legambiente: ?Successo italiano, ma urgente fare chiarezza su biodegradabilità e compostabilità?


Roma, 12 gennaio 2012

?Il bando sui sacchetti di plastica è un successo italiano, ma il commercio al dettaglio è inondato da finti bio-shopper. Per questo è urgente approvare una norma che definisca al meglio il concetto di biodegradabilità?Leggi>>24/01/2012


Cipe, definanziato progetto Ponte Stretto e sbloccati fondi per nuove opere: "per le infrastrutture finalmente un cambio di passo radicale"  Cipe, definanziato progetto Ponte Stretto e sbloccati fondi per nuove opere: "per le infrastrutture finalmente un cambio di passo radicale"


"Finalmente un cambio di passo radicale sul fronte delle infrastrutture, dopo anni di politica a sostegno esclusivo delle grandi opere". Il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza accoglie con soddisfazione le decisioni prese durante la seduta del Cipe di ieri in merito alla revoca dei fondi destinati al progetto del ponte sullo Stretto di Messina e alle risorse sbloccate, invece, per l'edilizia abitativa e scolastica, la difesa del suolo e la manutenzione della rete ferroviariaLeggi>>24/01/2012


Nave Costa. Intesa per liberare da grandi navi il bacino di San Marco a VeneziaNave Costa. Intesa per liberare da grandi navi il bacino di San Marco a Venezia



?Grandi navi fuori dalla laguna finalmente?! Con il progetto avviato oggi tra ministero dell?Ambiente e Autorità portuale di Venezia sarà possibile liberare il prezioso e fragile bacino di San Marco a Venezia dal passaggio delle grandi navi e quindi dai rischi di incidente e sversamento di idrocarburi nella lagunaLeggi>>24/01/2012


Non c?è pace per i mari italiani . Liberalizzazioni. Monti promuove le attività petrolifere off-shoreNon c?è pace per i mari italiani . Liberalizzazioni. Monti promuove le attività petrolifere off-shore


La Costa Concordia spiaggiata rischia di immergersi e inondare l?Arcipelago Toscano di carburante. La situazione è grave e il rischio inquinamento è concreto. Ci auguriamo che le condizioni meteo e la professionalità degli interventi impediscano il disastro ecologico che devasterebbe un ecosistema prezioso e bellissimo a danno di tutta la comunità e del turismoLeggi>>24/01/2012


Liberalizzazioni. Bozza Dl su spiagge.  Legambiente: ?Bene Monti. Sì alle gare pubbliche e alla trasparenza?Liberalizzazioni. Bozza Dl su spiagge. Legambiente: ?Bene Monti. Sì alle gare pubbliche e alla trasparenza?


?Le gare pubbliche per la concessione delle spiagge rappresentano un segnale importante per avvicinare l?Italia all?Europa. Ci auguriamo che il Governo Monti riesca a realizzare questo importante cambiamento che metterebbe fine alla diffusa pratica della ?privatizzazione? delle spiagge garantendo ai cittadini il diritto ad usufruire liberamente degli arenili e darebbe un freno al cemento sulle rive?Leggi>>24/01/2012


tle>Bioshopper , Legambiente:  ?Successo italiano, ma urgente fare chiarezza su biodegradabilità e compostabilità?tle>Bioshopper , Legambiente: ?Successo italiano, ma urgente fare chiarezza su biodegradabilità e compostabilità?


Roma, 12 gennaio 2012

?Il bando sui sacchetti di plastica è un successo italiano, ma il commercio al dettaglio è inondato da finti bio-shopper. Per questo è urgente approvare una norma che definisca al meglio il concetto di biodegradabilità?Leggi>>24/01/2012


Petizione istituti comprensivi: le reazioni


//www.regione.toscana.it/Numerose le adesioni alla protesta dei genitori della Toscana contro gli eccessivi tagli alla scuola statale (fra cui quella gradita dell'Associazione Scuole Autonome della Sicilia, ASASi), e anche qualche richiesta di approfondimenti che riportiamo con piacereLeggi>>24/01/2012


Costa: Croce Rossa prosegue assistenza a familiari dei dispersi


Prosegue l'assistenza socio-sanitaria di volontari e operatori della Croce Rossa Italiana ai familiari dei dispersi del naufragio della nave Concordia. Attualmente a Orbetello la CRI sta supportando le famiglie, circa 30 persone, ospitate in alcune strutture alberghiere con circa dieci volontari che si occupano di monitorare le loro condizioni di saluteLeggi>>20/01/2012


 Editoria: Cgil a Peluffo, servono risorse per testate a rischio Editoria: Cgil a Peluffo, servono risorse per testate a rischio


Roma, 20 gennaio - “Auguri e complimenti per il nuovo incarico all'editoria al sottosegretario Paolo Peluffo. In un momento molto difficile per il settore dell'editoria occorrono immediatamente le risorse per non chiudere tante testate e, contestualmente, la riforma del settore, per evitare un danno al pluralismo dell'informazione e un ulteriore dramma occupazionale”Leggi>>20/01/2012


Decreto Milleproroghe: dichiarazione di Domenico Proietti, Segretario confederale UILDecreto Milleproroghe: dichiarazione di Domenico Proietti, Segretario confederale UIL


Roma, 19 gennaio 2012 - La UIL invita ad approvare gli emendamenti presentati al Decreto Milleproroghe in materia previdenziale. Si tratta di un primo passo verso una maggiore equità del sistema, ma occorre proseguire su questa stradaLeggi>>20/01/2012




Pagina 1 di 448___________________1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 >>