Il grande Cinema suona al Parco della Musica

Revestito

Il grande Cinema suona al Parco della Musica

Il grande Cinema suona al Parco della MusicaTelecoMusica Dal 18 giugno all’8 luglio 2009 25 e 26 giugno Il Signore Degli Anelli “Sinfonia” Per il secondo appuntamento di TelecoMusica-Cinema al Sinfonico, giovedì 25 giugno alle ore 21 (con replica venerdì 26) l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ospita all’Auditorium Parco della Musica uno tra i compositori contemporanei più amati, autore di colonne sonore indimenticabili, l’americano Howard Shore che, nella doppia veste di compositore e direttore salirà sul podio della Sala Santa Cecilia per farci ascoltare The Lord Of The Rings Symphony, sei movimenti per orchestra e coro realizzati elaborando le colonne sonore della trilogia cinematografica Il Signore Degli Anelli per la quale ha ottenuto tre Oscar. Protagonisti sul palcoscenico l’Orchestra, il Coro e le Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. In occasione di questo debutto italiano della Sinfonia, venerdì 26 giugno alle ore 19.30 nella Serra del Parco della Musica, Howard Shore sarà lieto di incontrare il pubblico in possesso del biglietto per uno dei due concerti. La colonna sonora composta da Howard Shore per la trilogia cinematografica di Peter Jackson Il Signore degli Anelli è un lavoro che concentra i libri di J.R.R. Tolkien e i film in un'immensa opera sinfonica. Il risultato è una visione unica derivata da secoli di tendenze stilistiche. La musica, cuore del film, cattura le più grandi emozioni, i paesaggi e i grandi viaggi, e fa eco alla costruzione della Terra di Mezzo di Tolkien. Gli strumenti provengono da tutto il mondo, per descrivere al meglio le culture descritte da Tolkien: gli Hobbit sono radicati in un melodioso tessuto celtico, gli Elfi commuovono con toni eterei, i Nani sono commentati da da un coro maschile gutturale. Le orde industrializzate di Orchi hanno i suoni più violenti e percussivi, il mondo degli Uomini è stato reso attraverso il suono penetrante degli ottoni. Alla maniera operistica, questi mondi musicali ed i loro temi si mischiano, a volte per creare un momento di climax, altre volte per produrre un urto violento . . . ma sempre piegandosi alla volontà dell'Anello e della sua minacciosa schiera di temi. The Lord of the Rings Symphony: Sei Movimenti per Orchestra e Coro è stata realizzata in quattro anni di lavoro. Insieme al direttore John Mauceri, Shore ha riadattato la partitura in poemi sinfonici liberi da uno specifico legame visuale con il film e aderenti alla tradizione dei lavori orchestrali programmatici di Strauss, Liszt, Smetana e Sibelius. Il lavoro prevede un'orchestra sinfonica, un coro misto, un coro giovanile ed una serie di solisti strumentali e vocali che cantano nelle lingue usate da Tolkien, Quenya, Sindarin, Khuzdûl, Adûnaic, Lingua di Mordor e inglese antico e moderno. Ballate folkloristiche accanto a inni diatonici, accordi dissonanti e furibondi passaggi aleatori. La scrittura di Shore è costruita su solide strutture orchestrali ed ha un gran senso della melodia che riesce a essere fluida nonostante la ricchezza di ornamenti. Nei momenti di grande spettacolo, quando Shore utilizza appieno la sua macchina sinfonica di oltre duecento musicisti, la musica si fa evocatrice delle speranze e degli ideali di fratellanza di questo dramma umano. Ognuno dei movimenti della sinfonia corrisponde ad un libro della saga di Tolkien. Per arricchire ulteriormente l'esecuzione, dietro richiesta dello stesso Shore, il video artista Davey Frankel ha rielaborato l'immaginario mozzafiato di Alan Lee and John Howe, artisti rinomati che si sono dedicati, quasi esclusivamente alle illustrazioni del mondo fantastico di Tolkien. La Sinfonia ha avuto la sua prima esecuzione assoluta nel luogo dove è stata composta, a Wellington, in Nuova Zelanda, la patria della Terra di Mezzo. Da quel momento ha collezionato una serie di esecuzioni sold-out, in tutto il mondo, Nord America, Europa, Estremo Oriente e Australia. Howard Shore è tra i compositori contemporanei più rispettati, venerati ed attivi, oltre ad essere un apprezzato direttore d'orchestra. Il suo lavoro con Peter Jackson sulla trilogia de Il Signore degli Anelli, è attualmente la sua opera più importante e gli ha fruttato ben tre Academy Awards. Ha anche vinto quattro Grammy e tre Golden Globe. Shore è stato uno dei creatori di Saturday Night Live. È stato il direttore musicale dello show dal 1975 al 1980. Contemporaneamente ha cominciato a collaborare con David Cronenberg, scrivendo le colonne sonore per ben dodici dei suoi film, incluso The Fly, Dead Ringers, Crash, Naked Lunch e Eastern Promises per il quale è stato insignito di un Genie Award. Shore ha continuato a distinguersi con molti altrii progetti, da The Departed, The Aviator, e Gangs of New York, di Martin Scorsese fino a Ed Wood, Il Silenzio degli Innocenti, Philadelphia, e Mrs. Doubtfire. La musica di Shore è stata eseguita in tutto il mondo. Nel 2003, Shore ha diretto la New Zealand Symphony Orchestra and Chorus per la prima mondiale di The Lord of the Rings Symphony a Wellington, New Zealand. Da allora la sinfonia ha avuto oltre 140 esecuzioni con le orchestre più prestigiose del mondo. Alcune fra le sue opere recenti includono la Fanfare per la Wanamaker Organ a Philadelphia ed un concerto per piano nel 2010 per il grande pianista Lang Lang. Attualmente sta lavorando alla sua seconda opera e non vede l'ora di ritornare nella Terra di Mezzo con The Hobbit di J.R.R. Tolkien. Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia Giovedì 25 giugno ore 21 e venerdì 26 ore 21 Orchestra, Coro e Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Direttore Howard Shore Shore: The Lord of the Rings Symphony: Sei Movimenti per Orchestra e Coro Info 068082058 www.santacecilia.it

22/06/2009